Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

PREMIO ENERGHEIA LIBANO 2013: ASSEGNATO IL PRIMO PREMIO A RIMA ABDEL FATTAH


Nel quadro delle attività di promozione della lingua e della cultura italiane la Società Dante Alighieri, promotrice del premio letterario Energheia organizzato con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia di Beirut in collaborazione con l’Institut Français, il British Council e la Fondazione Safadi, annuncia che Rima Abdel Fattah, con il racconto Resurrezione, si è aggiudicata  l’edizione 2013 della sezione libanese del premio.

La giovane autrice vince un soggiorno di una settimana in Italia e la pubblicazione del testo risultato vincitore, una storia mozzafiato dal finale a sorpresa. Secondo classificato è Marco Fornasaris col racconto Una giornata con lo scrittore M. Corona; menzione speciale a Ghina Merheb per la sezione fumetti con E’ il primo del mese.


Nelle passate edizioni tre giovani scrittrici libanesi si erano aggiudicate l’ambìto premio nella sezione “Racconto breve”; il filo rosso che unisce le loro storie  è la difficile equazione del vivere quotidiano in un paese – il Libano – che ancora tarda a trovare condizioni di stabilità e pace duratura. In stretta connessione con la realtà geopolitica dei luoghi, quest’anno il Premio Energheia Libano è stato proposto anche al personale del contingente UNIFIL in missione di pace nel Sud del Libano, consegnandoci il racconto del secondo classificato, scritto da un tenente colonnello in servizio presso la base di Shamaa. In occasione della cerimonia di consegna del premio, che ha avuto luogo a Matera presso il Museo Archeologico “D. Ridola” il 14 settembre scorso, si è così rinsaldato per l’ennesima volta il forte legame esistente fra il Paese dei Cedri e l’Italia. 


Nel corso della serata della premiazione la Giuria, composta quest’anno dallo scrittore e poeta Davide Rondoni, dal direttore del festival di musica contemporanea Time Zones Gianluigi Trevisi e dallo scrittore e regista Manlio Castagna, ha assegnato anche il Premio Energheia España a Pablo Lobo con il racconto Quelli che fuggono, il Premio Energheia per il miglior racconto della sezione italiana a Rosa Scarlatella con il racconto Ciao, sono Sally, il Premio Energheia Cinema, miglior soggetto per cortometraggio a Teodoro Lorenzo, con il racconto Amigdala.


Premiati, infine, i finalisti della sezione telematica del Premio, i cui racconti sono già pubblicati sulla rivista on line del sindacato nazionale scrittori e sono ivi consultabili.


A chiusura dell’evento è stato presentato il volume de I racconti di Energheia XVIII edizione, antologia dei racconti finalisti e vincitori del 2012 che sarà inviata gratuitamente in tutte le biblioteche e scuole della Penisola.


L’appuntamento, dopo il successo della XIX edizione, è per il prossimo autunno, con la pubblicazione del bando della nuova edizione del concorso.


In allegato foto della cerimonia di premiazione:
1. Veduta d’insieme della cerimonia di premiazione nei Giardini del Museo Archeologico “D. Ridola”di Matera.


2. La vincitrice Rima Abdel Fattah con lo scrittore Davide Rondoni, il presidente della Società Dante Alighieri Libano, Cristina Foti, il presidente di Premio Energheia, Felice Lisanti e il direttore del festival Times Zones, Gianluigi Trevisi.

3. La giuria del Premio.