Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

COVID-19. Proroga effetti dell’Ordinanza del Ministero della Salute del 22 febbraio fino al 31 maggio 2022 (fine obbligo DPLF)

In seguito all’Ordinanza del 28 aprile 2022 del Ministro della Salute, sono prorogati gli effetti dell’Ordinanza del Ministro della Salute del 22 febbraio 2022 con la quale sono consentiti tutti i tipi di viaggio per l’Italia, compreso il turismo.

Le domande di visto da Libano e Siria per l’Italia possono essere presentate alla TLScontact, sita a Beirut in Piazza dei Martiri, registrandosi sul sito https://it.tlscontact.com/lb/bey/index.php.

I viaggiatori vaccinati al COVID-19 dovranno solo presentare la Certificazione Verde (Green Pass) o certificato straniero equivalente di vaccinazione. A partire dal 01 maggio, non è più necessario presentare il Digital Passenger Locator Form (DPLF).

I viaggiatori non vaccinati al COVID-19 sono soggetti all’obbligo di rimanere in isolamento per cinque giorni dopo l’ingresso in Italia e di effettuare in test molecolare (PCR) al termine della quarantena.

Sono esentati dall’obbligo di esibizione del certificato vaccinale o di quarantena: gli equipaggi aerei; i lavoratori o studenti transfrontalieri; viaggiatori che transitano in Italia per meno di 36 ore.

Gli spostamenti da e per la Repubblica di San Marino e lo Stato della Città del Vaticano non sono soggetti a limitazioni né a obblighi di dichiarazione.

L’Ordinanza del 28 aprile proroga gli effetti di quella del 22 febbraio e rimane in vigore fino al 31 maggio 2022.

Per aggiornamenti sulle disposizioni del Governo italiano in contrasto al COVID-19 e vigenti sul territorio nazionale, si prega di consultare il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri https://www.governo.it/it/coronavirus, il sito del Ministero della Salute https://www.salute.gov.it/portale/home.html, ed il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri https://www.viaggiaresicuri.it/home.