Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Italia contribuisce con 2 milioni di euro al sostegno dei rifugiati palestinesi più vulnerabili in Libano

Il 22 maggio, l’Ambasciatrice d’Italia in Libano, Nicoletta Bombardiere, e il Direttore dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione dei Rifugiati Palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA) in Libano, dott.ssa Dorothee Klaus, hanno firmato un accordo della durata di un anno per un contributo aggiuntivo di 2 milioni di euro a sostegno dei rifugiati palestinesi più vulnerabili in Libano, in particolare le persone affette da disabilità, la cui situazione disagiata e il difficile accesso ai servizi sono stati ulteriormente aggravati dalla crisi socio-economica che ha colpito il Libano dal 2019.

Questo ulteriore finanziamento di vitale importanza consentirà all’UNRWA di continuare a fornire servizi educativi inclusivi ai bambini rifugiati palestinesi, in particolare ai bambini con disabilità. Inoltre, rafforzerà l’approccio olistico dell’UNRWA all’inclusione delle persone affette da disabilità mettendo a disposizione assistenza in denaro e un migliore accesso alla mobilità e ai dispositivi di assistenza.

La Dott.ssa Klaus ha dichiarato che: “L’UNRWA accoglie tutti gli studenti nelle proprie scuole e riconosce la loro diversità nei modi di apprendimento. Si impegna a rimuovere gli ostacoli che impediscono l’effettiva inclusione degli studenti con disabilità. Grazie a questa sovvenzione del governo italiano, l’UNRWA sarà in grado di identificare meglio i bambini con disabilità e di fornire a loro ed ai nostri insegnanti il supporto necessario per creare un ambiente di apprendimento e insegnamento inclusivo”.

L’Ambasciatrice Bombardiere ha affermato che: “Il sostegno dell’Italia al Libano si è costantemente concentrato sul rafforzamento della resilienza dei più vulnerabili, in particolare dei bambini e delle persone con disabilità. Con questo nuovo contributo, l’Italia riafferma il suo sostegno all’attività dell’UNRWA nel fornire servizi cruciali per i rifugiati palestinesi a rischio, come l’accesso all’istruzione inclusiva, la protezione dell’infanzia e l’assistenza in denaro multifunzionale.”

La Direttrice dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), Alessandra Piermattei, ha dichiarato: “Siamo lieti di rafforzare e rinnovare la partnership tra la Cooperazione Italiana e l’UNRWA con l’obiettivo di sostenere i rifugiati palestinesi più vulnerabili in Libano attraverso mezzi e ambienti adeguati per imparare, crescere e diventare parte attiva di una società più equa.

L’Italia è da tempo uno dei donatori più affidabili dell’Agenzia. Nel 2022, il contributo complessivo dell’Italia all’UNRWA è stato di 14 milioni di euro, di cui 7 milioni di euro per programmi e servizi principali dell’Agenzia. Il continuo sostegno dell’Italia è di fondamentale importanza alla luce delle condizioni particolarmente drammatiche in cui vivono i rifugiati palestinesi in Libano.