Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Diplomazia culturale

L’Ambasciata d’Italia e l’Istituto Italiano di Cultura promuovono e diffondono la lingua e la cultura italiana tramite la promozione della cooperazione inter-universitaria e l’organizzazione di corsi di lingua ed eventi, al fine di favorire la circolazione delle idee, delle arti e delle scienze oltre che gli scambi culturali tra Italia e Libano.

Il partenariato culturale bilaterale ha registrato un rinnovato impulso, a partire dalla firma nel novembre 2000 dell’Accordo di collaborazione culturale, scientifica e tecnologica. L’Accordo ha introdotto l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua straniera in diverse scuole secondarie libanesi. L’italiano è inoltre insegnato presso l’Università Libanese (dove è presente un lettore di ruolo), l’Università Saint-Esprit di Kaslik (che ha aderito al progetto Laureati per l’Italiano dal 2017), l’Università Haigazian (lettore a contratto). Sono inoltre attivi i corsi di lingua dell’Istituto Italiano di Cultura a Beirut, che è presente con una propria sede succursale a Tiro ed in varie località (Dbayeh, Jounieh, Nabatieh, Sarba, Sidone, Zahle), grazie a specifiche convenzioni stipulate con istituzioni locali pubbliche e private. A Tripoli è attivo il Comitato della Società Dante Alighieri (https://dantealighierilebanon.com/en/contact-us/).

La cooperazione tra Università italiane e libanesi ha portato alla conclusione di diversi accordi inter-universitari: un accordo dell’Istituto Universitario di Architettura di Venezia con l’Università di Byblos e con l’Università Saint-Esprit di Kaslik nel settore dell’architettura e dell’urbanistica; ben tre accordi tra il Politecnico di Milano e la American University of Science and Technology (AUST) di Beirut nel settore dell’ingegneria, tra i quali si segnala quale particolarmente rilevante quello siglato nel febbraio 2006 per un corso con rilascio di doppia laurea in ingegneria.

Nel 2010 è stata firmata una convenzione tra l’Università Libanese e l’Università per Stranieri di Siena, che istituisce un Master di comunicazione interculturale (Studi italo-libanesi) per la formazione di insegnanti di italiano nelle istituzioni scolastiche e universitarie libanesi.

Dal 2016 è attivo presso l’Università Saint-Esprit di Kaslik un programma congiunto con l’Università di Urbino in Conservazione e restauro del patrimonio culturale e arte sacra, comprensivo di corso di laurea, master e dottorato. Si tratta dell’unico programma di livello accademico nel Medio Oriente in materia di conservazione e restauro.

Sono inoltre operative quattro missioni archeologiche italiane in Libano, operanti rispettivamente una nel nord, una nello Chouf e due nella regione di Tiro.

La promozione culturale avviene attraverso l’organizzazione e la partecipazione ad eventi, tra cui mostre d’arte, di design, fotografia e videoarte, fiere del libro, concerti di musica lirica, da camera, jazz e musica popolare, rassegne e retrospettive cinematografiche, convegni, seminari e tavole rotonde, spettacoli teatrali e recital di poesie.

Gli eventi culturali sono realizzati in partenariato con varie Istituzioni Libanesi pubbliche e private, fra le quali il Ministero della Cultura, il Ministero dell’Educazione e dell’Insegnamento Superiore e Centro di Ricerca e Sviluppo Pedagogico, l’Università libanese, la Direzione Generale delle Antichità, le municipalità, il Comitato di Tripoli della Società Dante Alighieri, i Festival Internazionali di Baalbeck, Al Bustan, Beirut Chants, BAFF (Beirut Art Film Festival), SOL (Festival di organo), BIPOD (Beirut International Platform of Dance), Liban Jazz, Cabriolet, il Conservatorio di Musica, l’Accademia Libanese di Belle Arti (ALBA), le università Saint Joseph, La Sagesse, NDU (Notre Dame University), Antonina, USEK, AUB (American University of Beirut), i musei MACAM (Modern and Contemporary Art Museum), Sursok, Beit Beirut e Nazionale e molti altri enti. E’ attiva inoltre la collaborazione in Libano con la Delegazione in Libano dell’Unione Europea e le Ambasciate e gli Istituti culturali stranieri presenti.

In Italia, oltre che con il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, è costante la collaborazione con il Ministero per i Beni Culturali, il Ministero dell’Istruzione e dell’Universita’, il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano della Musica) e varie altre istituzioni, Regioni ed Enti Locali.