Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Diplomazia politica

L’Italia ha stabilito con il Libano importanti legami bilaterali sin dall’indipendenza di quest’ultimo. Nel marzo 1947 il Governo libanese ha ufficialmente riconosciuto l’allora Legazione d’Italia, divenuta Ambasciata d’Italia nel 1955. I primi accordi bilaterali, tra cui il Trattato di Amicizia, Commercio e Navigazione, risalgono al 1949.

Le relazioni politiche, economiche e culturali tra i due Paesi si sono costantemente rafforzate nel corso degli anni. L’Italia ha continuato a sostenere il Libano anche nei momenti più difficili, sia sul versante della stabilità e della sicurezza, con la missione militare ITALCON, attiva tra il 1982 e il 1984, sia tramite la cooperazione allo sviluppo, attiva dal 1983.

I legami bilaterali e l’impegno dell’Italia in Libano sono ulteriormente cresciuti dopo la guerra del 2006. L’Italia ha ospitato, nel luglio 2006, la Conferenza di Roma sul Libano, volta a rinnovare l’impegno della comunità internazionale per la pace nella regione. Ed ha poi riattivato ed esteso la propria presenza in UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), la missione ONU di interposizione presente nel Sud del Libano dal 1978, alla quale la Risoluzione del Consiglio di Sicurezza ONU 1701 ha conferito, nell’agosto 2006, un nuovo e più ampio mandato.

L’Italia sostiene l’unità, la sovranità e l’indipendenza del Libano e opera per raggiungere la piena attuazione della Risoluzione n. 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e delle altre risoluzioni ONU riguardanti il Libano. Svolge inoltre un ruolo di primissimo piano all’interno di UNIFIL, cui assicura il secondo maggior contingente militare e di cui, per ben quattro volte negli ultimi anni, ha espresso il Comandante.

L’Italia fa parte dell’International Support Group – ISG, nato nel 2013 su iniziativa del Segretario Generale ONU e dell’allora Presidente della Repubblica Libanese per favorire il coordinamento e l’assistenza al Libano e alle sue istituzioni da parte dei principali partner (ONU, Membri Permanenti del Consiglio di Sicurezza, Italia, Germania, UE, Banca Mondiale, Lega Araba).

In ambito ISG, l’Italia ha curato la preparazione di due Conferenze Internazionali per il sostegno alle forze di sicurezza libanesi, voltesi a Roma nel 2014 e nel 2018. Inoltre, nel 2015 il Governo italiano ha lanciato la Missione Bilaterale di addestramento MIBIL, che svolge corsi di addestramento a favore di unità delle forze armate e di sicurezza libanesi, contribuendo così a rafforzare una istituzione chiave per la stabilità del Paese.

Sul piano bilaterale, sono frequenti il sostegno reciproco tra Italia e Libano alle varie candidature internazionali e lo scambio di visite ad alto livello. Dal 2009, hanno avuto luogo oltre 40 visite istituzionali, tra, cui da ultimo, quelle del Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni (marzo 2024), e del Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Antonio Tajani (gennaio 2024).