Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Minori

 

Minori
Passaporto per minori

I minori possono viaggiare solo se muniti di un proprio passaporto, distinto da quello dei genitori.

Per il rilascio di passaporti a minorenni è sempre necessario il consenso di entrambi i genitori.

Inoltre, è indispensabile che, al momento della richiesta di passaporto, l’atto di nascita del minore sia già stato trascritto presso il Comune di residenza o AIRE del genitore.

In caso contrario, prima di presentare la domanda di passaporto per il minore i genitori devono richiedere all’Ufficio Consolare la trasmissione dell’atto di nascita al Comune di residenza in Italia (v. nascita). Dopo aver trasmesso l’atto, la Cancelleria Consolare deve attendere la conferma dell’avvenuta trascrizione da parte del Comune per poter rilasciare il passaporto.

 


 
Passaporto per minori (su richiesta del genitore o di chi esercita la potestà genitoriale):

Documentazione richiesta:

  • formulario di richiesta;
  • passaporto precedente o, se si tratta di primo passaporto, un documento d'identità italiano (carta di identità) o straniero (passaporto), munito di foto e firma. Se il passaporto è stato smarrito/rubato è necessario presentare una copia della denuncia presso le competenti Autorità di libanesi nel luogo presunto di furto/smarrimento del documento;
  • per i minori nati in Libano che non sono muniti di alcun documento è necessario avere la dichiarazione di stato civile con foto (Ikhraj Keid fardi);
  • due fotografie formato fototessera 35x40mm identiche e recenti, a colori su sfondo bianco, in posizione frontale, a viso scoperto, con gli occhi aperti, evitando che la montatura degli occhiali copra i tratti salienti del viso;
  • l'assenso scritto dell'altro genitore (da rilasciare in calce al formulario di richiesta OPPURE con apposito Atto di Assenso), unitamente a un suo documento con firma e foto (anche in fotocopia). L'assenso è necessario anche se i genitori non sono sposati o se sono separati o divorziati. Se uno dei genitori non ha la cittadinanza di uno dei paesi membri dell’Unione Europea, il modulo di richiesta va firmato alla presenza del funzionario del Consolato, previa esibizione di un documento d'identità.

La documentazione può essere anticipata via posta elettronica all'Ufficio consolare (cons.beirut@esteri.it) che, constatata la correttezza e la validità dei documenti, fisserà un appuntamento al richiedente per il rilascio del passaporto.

 
Atto di Assenso

Per il rilascio del passaporto ad un minore il consenso formale di entrambi i genitori all’espatrio del minore è indispensabile, indipendentemente dalla nazionalità degli stessi e anche nel caso di genitori naturali, separati o divorziati.

Ai sensi della Legge n. 1185/1967, art. 3 (aggiornata con le modifiche dell'art. 24 della Legge n. 3/2003), nel modulo di domanda di passaporto il cittadino italiano deve indicare obbligatoriamente l'esistenza di figli minori, siano essi conviventi o meno con il richiedente stesso.

Per questi casi la Legge prevede un esplicito consenso dell'altro genitore (denominato "Atto di Assenso"). In caso di figli avuti da genitori diversi, per ciascun figlio dovrà essere presentato un atto di assenso del rispettivo genitore. L'atto di assenso è valido per sei mesi dalla firma.

Se uno dei genitori è deceduto, occorre presentare una copia del certificato di morte.

La legge non consente deroghe all'atto di assenso. Nel caso in cui non sia possibile ottenere l'assenso da parte dell'altro genitore sarà necessario richiedere al Capo della Cancelleria Consolare l’emissione di un decreto consolare nelle vesti di Giudice tutelare, previa istanza formale di una delle due parti.

Se il minore è residente in Italia, è competente il Tribunale dei Minori. Se il minore è residente in Libano, è competente l’Ambasciatore d’Italia nel Libano.

 
Dichiarazione di accompagnamento

Il minore italiano fino a 14 anni può viaggiare all’estero solo se accompagnato da almeno uno dei genitori. Può viaggiare accompagnato da persone diverse solo se autorizzato dai genitori stessi tramite una dichiarazione di accompagnamento, che deve essere vistata dalla Rappresentanza consolare (all'estero) o dalla Questura (in Italia).
La dichiarazione di accompagnamento deve sempre indicare chiaramente il nome e i riferimenti della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui il minore viene affidato per il viaggio.
I genitori devono sottoscrivere la dichiarazione di accompagnamento recandosi personalmente, muniti di un documento di identità, presso la Cancelleria Consolare (Ufficio consolare) dell'Ambasciata d'Italia a Beirut.

Alcuni aspetti importanti:

  • la dichiarazione di accompagnamento può riguardare un solo viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) dal Paese di residenza del minore con destinazione determinata e non può eccedere, di norma, il termine massimo di sei mesi;
  • gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono indicare fino ad un massimo di due accompagnatori, che saranno tuttavia alternativi fra di loro;
  • nel rendere la dichiarazione di accompagnamento, gli esercenti la responsabilità genitoriale o tutoria possono chiedere che i nominativi degli accompagnatori, la durata del viaggio e la destinazione siano stampati sul passaporto del minore o in alternativa che tali dati siano riportati in una separata attestazione, che verrà stampata dall’Ufficio competente;
  • nel caso in cui il minore sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, per garantire la completezza e la leggibilità dei dati relativi al viaggio, è rilasciata unicamente l’attestazione. Si suggerisce, prima di acquistare il biglietto della compagnia di trasporto di verificare che la stessa accetti che il minore sia ad essa affidato.
Documentazione richiesta:
  • formulario di richiesta firmato da entrambi i genitori o da uno di essi con la richiesta dell’altro rilasciata separatamente. Se uno dei genitori non ha la cittadinanza di uno dei paesi membri dell’Unione Europea, il modulo di richiesta va firmato alla presenza del funzionario del Consolato, previa esibizione di un documento d'identità;
  • i passaporti dei genitori o altro documento di identità con foto e firma;
  • due fotografie formato fototessera 35x40mm identiche e recenti, a colori su sfondo bianco, in posizione frontale, a viso scoperto, con gli occhi aperti, evitando che la montatura degli occhiali copra i tratti salienti del viso;
  • passaporto precedente del minore in originale o altro documento d’identità se ne è in possesso.

Nel caso in cui non sia possibile ottenere l’assenso da parte dell’altro genitore sarà necessario richiedere al Capo della Cancelleria Consolare l’emissione di un decreto consolare nelle vesti di Giudice tutelare, previa istanza formale di una delle due parti.

 


118